HO CAMMINATO IN UN BOSCO PER CERCARE IL MARE

HO CAMMINATO IN UN BOSCO PER CERCARE IL MARE

Ho cercato il silenzio in una montagna dove c’era ogni tipo di rumore, era taciturna solo la notte, senza feste, senza estro, senza vita. Ma con un milione di stelle, con la Luna, Marte e la luminosa Sirio dispersa.

Ho cercato la pace in un bosco pieno di parole. Inni alla gioia, induzione al sorriso, tronchi d’albero e giochi di luce. Ho trovato un prato, getti d’acqua per irrigare, ho preso la rincorsa per farmi bagnare.

Ho interpretato una parte milioni di volte, ho venduto un personaggio che non valeva niente, ci sono compratori sovrastimanti – che barattano un sorriso vero per un pianto perpetuo – se uno gli costa poco e l’altro niente.

Ho imparato che è meglio se il mondo ti crolla al mare, in una giornata di sole in cui non hai niente da fare, ho imparato che chi cerca trova ma che qualche volta siamo noi il frutto di altrui ricerche.

Ho capito come avere paura. Ho poggiato un piede alla volta con cautela, ho perso l’equilibrio ma non sono caduta, ho capito che se sei molto in salita puoi usare le mani, lentamente ma l’importante è andare.

Ho un paio di scarpe nuove, che brillano al sole e alla luce artificiale, sono lo specchio di una parte di me che vuole farsi notare, una bambina che corre sempre e che diventa ilare se salta contenta.

Ho viaggi prenotati e mezzi da prendere, ho avventure da vivere e persone da cui tornare, ho voglia di vacanza ma aspetto settembre e la differenza tra essere mai contenti e sempre contenti è quanto cuore ci metti.

Ho vissuto un milione di vite, altrettante spero di viverne, sono stata in un bosco e sono stata il lupo, Cappuccetto Rosso, la nonna, il cacciatore, il cestino e il sentiero. Ho vissuto milioni di vite, persino la mia.

❤cristinafelice.altervista.org❤

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*