LO SPIRITO DA CROCEROSSINA

LO SPIRITO DA CROCEROSSINA

Esistono esseri mitologici con il corpo di uomo (o donna) e la testa affetta da spirito da crocerossina. Sfigati e melensi come Candy Candy, sempre pronti a comprendere e perdonare, potenziali serial killer travestiti da brave persone!

Perché lo spirito venga appagato occorre un soggetto dal quale dipendere, che abbia una o più delle seguenti caratteristiche:

Tanto triste (sguardo malinconico verso il mare d’inverno, sembra profondo ma sta solo cercando di ricordare tutti i nomi dei 7 nani, ed è il suo pensiero più alto).

Complicato (perché la gente stronza ora è complicata, cubi di Rubik doppiogiochisti che spariscono per cercare se stessi, togliendo le mutande ad altre persone).

L’infanzia difficile (ti fanno credere di aver vissuto scalzi per strada senza che nessuno si prendesse davvero cura di loro, in realtà il loro trauma più grande è stato non aver ricevuto Pisolone o Dolceforno).

Crocerossini e crocerossine di tutto il mondo benvenuti, se anche voi avete tra le mani un soggetto che corrisponda a quanto enunciato poc’anzi, ecco un breve promemoria per voi!

  1. Ammesso che il vostro soggetto abbia un vero problema (quanto mi piace non aver mai perso la mia ingenuità!) NON PUOI AIUTARE CHI NON SI VUOLE AIUTARE DA SOLO.
  2. È bella e maledetta o bello e dannato, ma spesso neanche tutta questa bellezza, impossessarsi di altre menti è il suo diletto. NO, NON CAMBIERÀ MAI. No, le persone non cambiano. Crescono, si evolvono, ma non è questo il caso.
  3. In qualunque rapporto, dopo innamoramenti, infatuazioni e ogni sfumatura di rincoglionimento approvato dall’ultimo studio dalla Massachusetts University occorre farsi 2 domande. QUAL È IL CONTRIBUTO CHE QUESTA PERSONA APPORTA ALLA MIA VITA? E IO ALLA SUA?

❤cristinafelice.altervista.org❤

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*