OGNI VOLTA QUANDO…

OGNI VOLTA QUANDO…
 
Ogni volta che sarai disposto a percorrere strade nuove, a vincere la pigrizia ma soprattutto la paura dell’ignoto, il mondo ti mostrerà paesaggi incantevoli.
 
Ogni volta che sceglierai di escludere qualcuno dalla tua vita, perché per te non va bene, il mondo ti farà incontrare chi dovevi veramente incontrare.
 
Ogni volta che sceglierai la pace invece della guerra, specie se è una pace globale e non solo personale, il mondo porterà nei tuoi giorni serenità e armonia.
 
Non credo nel destino, non ci credo perché il destino prevede di stare immobili mentre penso che tutto il bello arrivi mentre siamo in movimento, a volte in fuga.
 
Non credo nella religione perché se dovessi pensare a una divinità che fa accadere il bene dovrei pensare sia sua responsabilità anche il male, dai serpenti letali a disastrosi uragani.
 
Credo che visti dall’alto, noi esseri umani, potremmo sembrare puntini in sinuoso o disordinato movimento, che ci attraiamo e respingiamo, che ci accorpiamo e separiamo, seguendo ognuno la propria musica, il proprio ritmo, i propri passi. Cercando di andare a tempo, di trovarci nello stesso luogo, nello stesso momento, con la stessa predisposizione, la stessa voglia di intraprendere un percorso, consapevoli che delle milioni di altri puntini che incontreremo: con alcuni ci scontreremo, con altri faremo solo qualche metro, con diversi un po’ più di strada e infine ci saranno puntini con cui ci legheremo indissolubilmente. Saranno pochi, speciali, non necessariamente fatti come noi o del nostro stesso colore ma quanto possibile compatibili e attenti a non farsi reciprocamente del male: spigolo contro crepa, concavo contro convesso, mani contro mani.
 
cristinafelice.altervista.org

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*