FATICA SPRECATA

FATICA SPRECATA

Alzarsi la mattina costa fatica, specie quando fuori fa freddo e non ti vestono gli uccellini, specie quando non ti aspetta una giornata alla SPA. Questa è la fatica quotidiana, quella che non migliora con il tempo, te ne fai una ragione, fai il tuo dovere, e una volta che sei pronta, attiva e operativa ti sembra di aver fatto soltanto i capricci, di esserti stancata inutilmente. Ma il primo passo lontano da materasso, piumone e cuscini avvolgenti, quella è proprio fatica.

Comporta fatica fare qualcosa di nuovo, specie se non lo sai proprio fare. Un milione di tentativi, alcuni assolutamente fallimentari, che ogni giorno ti portano a faticare un po’ meno. Come nello sport, si inizia per gradi, il primo giorno sudi come a mezzogiorno nel deserto, ma se hai la costanza e non demordi, man mano faticherai un po’ di meno, e unirai quel bagaglio agli altri di cose che conosci. La fatica non si dimentica ma il tempo aiuta a guardarla con un sorriso rassicurante.

Poi c’è la fatica sprecata, quella che non serve a fare le cose che devi, né a migliorarti. È la fatica di quando si tenta di far girare i mulini al contrario, di credere che un uomo possa cambiare, di giustificare un comportamento o un atteggiamento. Evidentemente ci sono momenti in cui si hanno energie in eccesso e il nostro fisico bestiale si unisce con la nostra mente geniale e decidono di indirizzare delle risorse nel vuoto, per vedere se ci sono forme di vita intelligenti.

Partiamo armati di musica e disegni qualora i potenziali alieni comunicassero diversamente, portiamo scorte di viveri ed acqua, specifichiamo di venire in pace, di voler conoscere nuovi e inesplorati mondi. Ma la fatica sprecata porta sempre verso buchi neri dove vanno a morire speranze, velleità e sogni di gloria. Sudiamo come matti ma rimane tutto fermo, soprattutto noi.

Ammettere di aver sbagliato costa fatica, ma ci insegna a non reiterare gli stessi faticosi errori.

cristinafelice.altervista.org

Precedente HO STACCATO UNA SCRITTA DAL MURO Successivo SOLO UN PENSIERO