UN UCCELLINO POSATO SU UN RAMO NON HA MAI PAURA CHE IL RAMO SI SPEZZI, PERCHÈ LA SUA FIDUCIA NON È NEL RAMO, MA NELLE SUE ALI

UN UCCELLINO POSATO SU UN RAMO NON HA MAI PAURA CHE IL RAMO SI SPEZZI, PERCHÈ LA SUA FIDUCIA NON È NEL RAMO, MA NELLE SUE ALI

Ho scritto una lettera, ci ho messo dentro un sacco di emozioni allegre e colorate, è una lettera d’addio, come ne ho scritte tante nella vita, ma questa è un’esplosione di bellezza. Cent’anni di vita mi hanno insegnato che addio si può dire in un milione di modi: con tre secche e asciutte righe; con il silenzio, il mio metodo preferito; con un mondo di emozioni e ricordi splendidi, questa è una bella novità. Diciamo addio qualche volta perché non possiamo dire altro e molto spesso perché in fondo vorremmo che l’altra persona a quell’addio rispondesse che non ci lascia andare da nessuna parte, che sta venendo a prenderci, che ci vuole tenere stretti, che non abbiamo capito niente, che tutto può risolversi, che il maledetto lieto fine dei film americani esiste davvero, anche se nessuno ha mai capito se dopo essere finito bene il film, continui bene la vita. Ho scritto una lettera per me, perché ancora non l’ho spedita, ho scritto una lettera che non so se spedirò mai, ma averla mi fa sentire al sicuro. Ho scritto una lettera perché giocare a fare i duri e puri è estremamente pericoloso o forse soltanto perché mi serve sapere di avere una via d’uscita dalla situazione in cui ho scelto di sguazzare. E sia chiaro che ci sguazzo bene, non capisco nulla ma ci sto da dio, che in fondo non servono certezze per essere felici, non sempre, qualche volte serve spegnere il cervello e scegliere di godersi un regalo. Un uccellino posato su un ramo non ha mai paura che il ramo si spezzi, perchè la sua fiducia non è nel ramo, ma nelle sue ali, forse mi spezzerò un’ala o una zampetta, in quel caso diventerò più forte, ma potrebbe anche non succedere e nell’ennesima giornata di pioggia, di nero vestita, scelgo di vedere tutto a colori.

❤cristinafelice.altervista.org❤

Precedente NIENTE DI TUTTO QUESTO, NÉ DI TUTTO IL RESTO Successivo COMPARTIR ES VIVIR