COSA TI MANCA?

COSA TI MANCA?

Sembra che la nostra esistenza sia un barattolo sempre un po’ vuoto, proviamo ad aggiungere un cucchiaino di una cosa e un misurino dell’altra, cercando di vedere attraverso quel vetro un’armonia di colori. Gestiamo mancanze e assenze in modo perpetuo, ma tu, alla domanda “cosa ti manca?”, che cosa risponderesti?

Beh io questa domanda l’ho fatta a tante persone e scavando un po’ oltre al “mi manca lei/lui” emerge un mondo davvero interessante.

Spesso a mancare è una sensazione, un’emozione, un modo in cui si stava, specie nei giorni belli, nei primi tempi, negli attimi spensierati.

Possiamo trovare in noi risorse infinite, stabilità e doti di ogni genere ma il friccicorio, il brivido, le farfalle nello stomaco, beh per quello c’è bisogno di uno scambio.

E allora forse, e dico forse, non ti manca il tuo o la tua ex, che se sono ex un motivo ci sarà, forse ti manca avere 20anni, nessun problema all’orizzonte e quell’amore che sembrava far esplodere il cuore, perché era il solo che conoscevi. Ti manca sapere che qualcuno a te ci teneva, di te si prendeva cura, ti manca quel sentimento da percepire addosso o da donare, ma con quella persona non ha più nulla a che fare.

Ma siamo fatti così, ci piace dare un nome a un mucchio di cose.

Credo che l’unico modo per sapere se a qualcosa ci tieni davvero sia capire che cosa sei disposto a fare per ottenerla. I pensieri sono nobili, le parole spesso struggenti, ma senza la concretezza dei fatti ognuno di questi aspetti risulta un po’ vuoto e incompleto.

E allora, visto che di buoni propositi non si muore, questa settimana usala per unire pensieri, parole e azioni e vai a prendertela quella cosa che ti manca, ma fallo donando tutto quello che hai.

cristinafelice.altervista.org

Precedente SU UN’ISOLA DESERTA MEGLIO PORTARSI QUALCUNO! Successivo NANIMONAI