SULLE GIORNATE DIFFICILI

SULLE GIORNATE DIFFICILI

Ieri è stata una giornata difficile. Di quelle che pesano tanto, stressanti e stancanti. Di quelle che forse dovrebbero insegnarti qualcosa ma che in fondo non sai se poi sia così vero che avevi tutte queste cose da imparare.

Poi è arrivata la sera e con essa parole davvero molto belle. Di confronto, d’affetto, di conforto, di stima, d’amore. E per un attimo sono riuscita a pensare al bello che c’è. All’amore che c’è. Alle persone che c’erano, che ci sono e che ci saranno.

E così, senza perle perché stamattina ero di corsa e le ho lasciate sul comodino, auguro a tutti di essere le persone che vorrebbero avere accanto in una giornata come la mia di ieri.

Precedente Sui treni lenti, le stazioni, le parole e gli abbracci Successivo SULLE BAMBINE ROCKETTARE E LE SERATE IGNORANTI